Cosa distingue un Ape Calessino dagli altri mezzi a motore.

Perché nel mondo come a Matera è divenuto un icona Italiana.

Ape Calessino

Chi non conosce oggi un Ape Calessino della Piaggio non ha mai letto un giornale, mai visto la TV. 

Oppure non ha mai visitato una città d’arte tra quelle Italiane e straniere. O non è mai stato a Matera!

O semplicemente sta mentendo!!

Il Calessino Piaggio nasce nel lontano 1948 da un rimaneggiamento del motocarro della antica Casa motoristica italiana.

L’idea era quella di trasformare il Tre Ruote in un veicolo da trasporto promiscuo prendendo spunto dal motociclo anch’esso storico e inimitabile: la Vespa.

Dunque il nome ‘Calessino‘ deriva dal modello di una Vespa Piaggio che ne manteneva l’aspetto nel frontale, ma al quale veniva ampliato l’assetto posteriore.

Tramite il posizionamento di sedili a mo di panche ricordavano, appunto, il calesse trainato dagli animali da soma, cavalli e asini, o muli.

In seguito il ‘Calesse Motorizzato‘ è stato abbellito con una capote in tessuto per ripararsi dal sole o dalle intemperie.

La sua progettazione era scaturita dalla volontà di creare un mezzo comodo al trasporto di più persone, per distanze brevi, ma con dei costi molto bassi ed accessibili a tutti.

Il boom del nuovo modello della Casa Italiana si vide nel dopoguerra.

ape car in giro turistico

Da mezzo di Trasporto a Icona Cinematografica

A quel tempo i turisti provenienti da molti paesi Europei ed Americani lo utilizzano soprattutto per i piccoli spostamenti nelle Isole Italiane, e nelle località di mare.

Da Nord a Sud e soprattutto lungo le coste e le città balneari l’impiego del Calessino Ape diverrà sempre maggiore su tutto il territorio nazionale.

Oltre all’uso in campo turistico diventa un icona dell’Italia anche al Cinema.

Da non dimenticare la sua partecipazione durante le riprese de La Dolce Vita, dove riceve la consacrazione mondiale.

Ma la fama dell’ Ape 50 di casa Piaggio continua ancora nel tempo.

Sbaragliando qualsiasi pronostico viene acquistato anche oltre confine.

Arriva addirittura nei paesi asiatici, dove sarà conosciuto con il nome di ‘Tuk Tuk‘.

In India e in Thailandia diventa emblema della vita di quei paesi lontani, e lo è ancora oggi.

ape nei sassi

Le Nuove Versioni

La nuova versione Ape 200 del Moto-Calessino viene alla luce come idea riservata ad un pubblico particolare, che predilige luoghi e situazioni assolutamente raffinati.

Simbolo del costume di un’Italia elegante, che evita i ritmi estenuanti dei tempi moderni, e avvicina con garbo e signorilità alla conoscenza, alla gente e ai borghi.

La capote può essere aperta in un lampo, riavvolgendola in corrispondenza del baule posteriore.

Questo al fine di consentire ai viaggiatori di apprezzare il paesaggio, e percorrere i sentieri all’aria aperta.

Le dimensioni ristrette consentono una praticità di guida anche in condizioni più complicate.

Il motore, agile ed elastico, è indispensabile per divincolarsi tra gli angoli più scomodi.

Il Tre Ruote Vintage Ape Vito è di colore rosso fiammante, con la cappottina di color panna, e riesce a trasportare fino a cinque persone.

Ha gli sportelli e la scocca rinforzati in acciaio, ed è adatto alle famiglie e alle coppie.

cosa vedere a matera con i bambini

Ape Calessino oggi

Il Calessino oggi viene ristrutturato pian piano, apportando alcune modifiche a livello funzionale, pur rispettando la struttura originaria, e lasciando il motore così com’era.

In realtà i tecnici e designer, non hanno cambiato nulla di importante dell’apparato estetico e meccanico.

I meccanici della Piaggio, infatti, hanno rimesso su strada un veicolo che sembrava dimenticato, ma che oggi riesce ancora ad emozionare.

Una volta succedeva per i famosi Vip e personaggi in giro per Portofino, Cannes, Forte dei Marmi, Capri, e le più belle spiagge italiane.

Così oggi l’ape car continua a donare sensazioni diverse dagli altri veicoli a motore.

Se allora hai voglia di emozioni e di semplicità siamo pronti, accendiamo i motori!