chiesa san giovanni nel centro storico di matera

Tour del Centro Storico

(Consigliato)

Durata: 40- 50 minuti

Costo: a partire da 15€ per persona

Percorso: Piazza San Francesco

  • Chiesa Di San Francesco d’Assisi
  • Chiesa del Purgatorio
  • Via del Corso
  • Via Delle Beccherie
  • Piazza sedile
  • Civita – Piazza Duomo (sosta Panoramica)
  • Cattedrale SS. Maria della Bruna
  • Piazza Vittorio Veneto
  • Palazzo della’Annunziata
  • Palombaro Lungo
  • Via d’Addozio
  • Chiesa di Sant’Agostino (Visitabile se aperta)
  • Veduta Panoramica Sasso Barisano (sosta)
  • Via Fiorentini
  • Via Sant’ Antonio Abate
  • Torre Metellana
  • Chiesa di Sant’ Antonio Abate (non visitabile)
  • Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci
  • Sosta panoramica Porta Pistola
  • Sosta Panoramica Piazza San Pietro Caveoso
  • Chiesa di San Pietro Caveoso (visitabile se aperta)

Il Tour termina generalmente in Piazza Pascoli.

Un tour dei tre i quartieri nel centro storico dei Sassi con soste panoramiche e curiosità sulla recente storia della città di Matera: da vergogna nazionale a città conosciuta e apprezzata a livello mondiale.

Il percorso ha una durata di circa un’ora e in questo tempo i visitatori potranno osservare la zona del Piano, cioè la parte  a ridosso dei Sassi e conoscere i luoghi storici da un’altra prospettiva.

La zona del Piano è in realtà la prima area edificata subito dopo i Sassi a cavallo del Rinascimento.

Anni di maggior lustro della civiltà materana, hanno segnato il passaggio economico e culturale dalla vita rupestre alla vita urbana.

Erano gli anni in cui nasceva e si potenziava la borghesia materana, si costruivano nuove Chiese per accogliere i fedeli, come quella San Francesco d’Assisi e la Chiesa del Purgatorio Nuovo.

Venivano eretti i primi edifici pubblici della comunità dei Sassi, come il Comune e il Tribunale, oltre a piazze e luoghi di vita quotidiana ora sviluppati non solo negli antichi rioni ma nelle zone alte, come la Piazza del Sedile.

Il Barocco, lo stile slanciato delle Chiese e la voglia di riscatto cominciava a trasparire da queste manifestazioni di evoluzione urbanistica ed ecclesiastica.

Periodo che ahimè sarà successivamente surclassato da un ulteriore e definitivo impoverimento a cavallo tra 1800 e il 1900. Fino poi a raggiungere il livello più basso nel dopoguerra intorno agli anni ’50.

Questo itinerario ci permetterà di conoscere i vari aspetti della città un tempo più vergognosa d’Italia, oggi decretata vincitrice del premio Capitale Europea della Cultura 2019.

Tel. 393 177 2506

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio